Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Illuminazione

illumina il tuo bagno nel modo giusto

Il tema dell'illuminazione della casa ha spesso un ruolo rilevante, ma questo non accade per il bagno. Al bagno viene di solito dedicata scarsa considerazione rispetto a zone come la sala, la cucina o la zona letto. La conseguenza è che spesso i bagni sono privi di un'illuminazione adeguata e il tutto viene delegato ad un unico impianto sul soffitto o a un faretto sullo specchio.

Dato che oggi il bagno sta diventando sempre più un luogo in cui rilassarsi e ricaricarsi, ad esempio con doccia a vapore o vasca idromassaggio, l'illuminazione richiede una particolare attenzione.
Pianificare una buona illuminazione significa aumentare fonti di luce nelle zone accanto allo specchio o alla doccia, mentre il resto degli impianti deve contribuire a creare la giusta atmosfera di relax. E’ quindi importante decodificare i livelli di luce delle varie zone del bagno.

I faretti e le lampade accanto allo specchio

L'illuminazione va particolarmente curata nella zona del lavabo e dello specchio perché le luci in questo caso devono illuminare bene il viso. L'errore più comune è quello di mettere luci ad incasso direttamente sopra lo specchio. Questo crea delle ombre sul viso che disturbano le quotidiane azioni di pulizia, trucco e acconciatura.
Lampade verticali o faretti montati su entrambi i lati dello specchio sono più adatti a dare una luce uniforme su tutto il viso. Edoné ha creato anche degli specchi ingranditori inglobati come sculture nella struttura degli specchi stessi, curando la giusta illuminazione della zona specchio.

L'illuminazione della doccia

La doccia è considerata una zona secondaria per quanto riguarda l'illuminazione. In bagni di piccole dimensioni, se il box doccia ha una porta di vetro trasparente, un impianto dedicato può non essere necessario. Se invece la stanza da bagno è grande, è opportuno pensare ad una corretta illuminazione anche di questa zona.

Come illuminare il bagno

Per illuminare l'intera stanza da bagno e ricreare una luce naturale, di solito si installa sul soffitto un dispositivo centrale, ad esempio una plafoniera. Questa si adatta perfettamente ad ambienti con soffitti bassi e crea un’illuminazione del bagno diffusa. Se vuoi pensare ad una scelta più creativa, ti suggeriamo alcune lampade Edoné a parete o a sospensione che presentiamo nella gallery a lato.

Accenti di luce

È possibile anche mettere in risalto alcuni dettagli della stanza, come una nicchia o una cornice sul soffitto o alcuni particolari decorativi. Con piccoli faretti si può creare un secondo livello di illuminazione, dando al bagno un'atmosfera completamente diversa e particolare.
Si può creare in alternativa una vera e propria cornice luminosa nel profilo superiore delle pareti del bagno e cambiare così completamente l’aspetto di questa stanza.

L’uso dei dimmer

Sono i migliori amici dei light designer, perché permettono un controllo assoluto della luce e, quindi, dell’atmosfera che si vuole creare in una stanza. In uno spazio molto piccolo, la possibilità di moderare l’intensità delle luci presenti nella zona dello specchio potrebbe essere la giusta soluzione che permette di avere praticità e atmosfera con un unico impianto. Il plus dei dimmer è inoltre quello di far risparmiare energia.

La sicurezza prima di tutto

L'attenzione all'estetica in bagno non diminuisce l'importanza della sicurezza. Elettricità e acqua sono ancora compagni letali, e in nessun luogo come il bagno è necessario aumentare l’attenzione sotto questo aspetto. E’ quindi fondamentale consultare un elettricista qualificato prima di affrontare anche il progetto più semplice di illuminazione.

Cosa ti offre Edoné

Edoné è in grado di offriti un’assistenza specifica per creare la giusta illuminazione del tuo bagno e abbinare nel modo più appropriato i mobili delle nostre collezioni con le luci che preferisci.