2024: i progetti, gli appuntamenti, le opportunità

Apriamo l’anno con l’AD Edoné, Luigi Fabrici, che ci porta a scoprire il dietro le quinte di quel che ci aspetta in questo 2024 appena cominciato.

Publication date: 16 Jan 2024
Topic: Corporate

Obiettivi di mercato e progetti

Apriamo questo 2024 con un approccio ottimistico. Dopo i numeri che il nostro settore ha avuto nel biennio post pandemia, c’era la paura di una battuta d’arresto che, grazie anche a coloro che collaborano con noi, non abbiamo accusato. Bene l’Italia, che resta centrale per noi e bene l’Europa in generale: qui contiamo di stabilizzare e implementare i risultati raggiunti, con particolare focus su Francia e Nord Europa. Opportunità davvero interessanti si profilano anche da oltre Oceano, sia per quel che riguardagli Stati Uniti, sia per i Centro e Sud America. Un’altra sfida che contiamo di cogliere in questo anno appena cominciato, è l’ampliamento e consolidamento della penetrazione dei mercati del Middle East. Poi, abbiamo progetti più strettamente legati alla responsabilità sociale della nostra impresa: maggiore responsabilità ambientale, qualità di vita sul posto di lavoro, trasparenza in termini di prodotto, sistemi produttivi e di relazione con i vari portatori di interesse, per dirne alcuni.

Appuntamenti dal vivo e occasioni di incontro

Cominciamo, senza dubbio, parlando dei due appuntamenti principali che ci vedranno impegnati nel 2024.

Saremo presenti dal 16 al 21 aprile a Milano, Rho Fiera, negli spazi Salone Internazionale del Bagno. Appuntamento biennale della kermesse espositiva del Salone Internazionale del Mobile, per noi data irrinunciabile da sempre, sarà un’occasione piacevole e stimolante per incontrare dal vivo i molti che già collaborano, a vario titolo e da vari Paesi, con il mondo Edoné e per dare il benvenuto a coloro che, in questo crocevia che muove il design di tutto il mondo, ci scopriranno per la prima volta.Secondo appuntamento di tipo fieristico dal 23 al 27 settembre, a Bologna, per Cersaie. Vi sveleremo poi sotto data il focus speciale che presenteremo in questo 2024.

Infine, di tutt’altra natura, ma non meno importante per noi, andremo a potenziare le occasioni di incontro in azienda, negli spazi nuovi che abbiamo creato durante il restyling della sede. Il rapporto diretto con chi sposa il nostro marchio, resta una delle leve che riteniamo maggiormente strategiche e a cui dedichiamo con piacere un effort importante. 

Ritengo questi appuntamenti una risorsa preziosissima. In questi momenti si dà un volto a voci altrimenti sentite solo al telefono, si scopre - spesso con stupore - che da noi i passaggi più delicati di alcune lavorazioni si fanno ancora a mano, si verifica dal vivo che qui il concetto di artigianalità non è una vuota leva di marketing, ma è il lavoro concreto, di persone che esistono e che scegliamo di preservare al di là delle logiche di automazione. È un momento di confronto e scambio che valica la logica della trattativa eradica una conoscenza più autentica delle parti.

Continua l’impegno per un approccio sempre più sostenibile

“A Natale siamo tutti più buoni, anche gli imballi” ve l’avevamo annunciata così lo scorso anno l’introduzione di una cartonatrice per crearci gli imballi just in time e su misura, per ridurre al minimo lo spreco ed eliminare del tutto il polistirolo. Il prossimo step su questo fronte è eliminare totalmente anche il nylon e sostituirlo con soluzioni biodegradabili.

Accanto a questo, nei primissimi mesi di quest’anno saremo finalmente anche certificati FSC, convinti dell’importanza di fare parte di una filiera che non prospera a spesa delle foreste e di animali, delle piante e persone che ci vivono. Con buona probabilità, seguirà anche un percorso per arrivare ad una certificazione ESG, relativa alle performance di impatto Environmental, Social e Governance. In buona sostanza, con standard internazionalmente riconosciuti, andremo a misurare e intervenire sui molteplici impatti che la nostra attività ha, non solo sul pianeta, ma anche sulle persone e sulla società.Sarebbe una continuazione logica e buona, di tutta una serie di azioni che, per esempio, abbiamo già messo in atto nella nostra sede, per riuscire a rendere il posto di lavoro il più confortevole e a misura d’uomo possibile: abbiamo rinnovato e riorganizzato tutte le zone ufficio, meeting e showroom (ma questo già lo sapete), abbiamo ampliato gli spazi e aumentato la privacy delle zone spogliatoio, andremo a crea-re zone mensa e ristoro più confortevoli e con offerte qualitativamente di fascia più alta, punteremo all’eliminazione di quanta più plastica mono uso possibile e abbiamo miglioramenti in mente anche per il comparto macchine, pensate non solo per la produzione, ma anche per il vantaggio di chi ci deve lavorare.

Collezioni, materiali, soluzioni d’arredo

Avere uno stile da sempre pensato per essere, sì attuale, ma con un’eleganza di base che, non strillando mai, si traduce nella scelta consapevole di non avere bisogno di sfornare per forza nuove collezioni coni ritmi da consumo mordi e fuggi.

Per questo nel 2024 ci dedicheremo maggiormente alla messa a punto di nuovi complementi e accessori, piuttosto che di finiture e dettagli colore o materiale. Risponderemo con efficienza alle tendenze più veloci, saremo aggiornatissimi, ma senza alimentare quell’escalation di obsolescenza precoce che non è più sostenibile né agli occhi del consumatore, né per impatto ambientale.Insomma, sarà un 2024 in cui saremo impegnati su vari livelli, con obiettivi chiari, sempre fedeli alla nostra identità e al nostro stile. Ora, dopo questa panoramica, che spero abbiate ricevuto con piacere, non mi resta anche augurare a tutti un proficuo anno nuovo. mai, si traduce nella scelta consapevole di non avere bisogno di sfornare per forza nuove collezioni coni ritmi da consumo mordi e fuggi.

© 2024 Agorà S.p.A.
| P.I.01400330930
| Privacy Policy | Cookie policy