Come progettare un bagno con metrature ridotte in modo elegante e funzionale

Idee di arredobagno, consigli e proposte per arredare al meglio un bagno piccolo, utilizzando mobili di design e creando un ambiente bagno di lusso.

Data pubblicazione: 31 Gen 2022
Argomento: Arredo bagno
Condividi su:

Come ideare un ambiente bagno elegante e funzionale

Oggi il bagno è sempre più un luogo personale dove tutti trascorriamo molto tempo.

Non più solo un luogo di servizio, è oramai divenuto uno spazio essenziale e iperfunzionale: un vero ambiente di relax e bellezza che reclama sempre più attenzione.

Per dar vita a uno spazio ad elevato contenuto di design e funzionalità è necessario affidarsi sia a progettisti esperti che ad un’azienda di arredo bagno che offra soluzioni per bagni moderni, raffinati e personalizzati, oltre a un’ampia scelta di complementi per l’arredo bagno.

È importante andare oltre la classica soluzione “mobile da bagno con lavabo e specchio”, scegliendo un arredo bagno artigianale, realizzato da produttori specializzati, innovativi, all’avanguardia e – naturalmente – made in Italy.

Quali sfide pone un bagno piccolo?

Ciascun bagno merita grande attenzione: sia che si tratti di un bagno principale che di un bagno di servizio o di un bagno dedicato agli ospiti. Per ottenere un ottimo risultato è importante effettuare scelte progettuali appropriate.

Tutto questo vale ancora di più quando il nostro obiettivo è quello di dar vita a un vero ambiente di lusso.

Ma come fare se lo spazio a disposizione è davvero ridotto?

Non c’è dubbio che arredare un bagno piccolo è una vera e propria sfida di design.

Una sfida stimolante e complessa per ogni progettista che richiede di considerare molti fattori diversi e prendere delicate decisioni:

  • come decorare le pareti?
  • come scegliere i sanitari per un bagno moderno?
  • quali mobili scegliere e a quali produttori di arredo bagno affidarsi?
  • come trovare idee per lo stile e il colore del bagno, in sintonia con il resto della casa?
  • quale specchio per un bagno di design?
  • quanto è importante l’illuminazione in un bagno di design e come creare perfette luci in bagno?
  • meglio inserire una vasca oppure una doccia?

In questo articolo risponderemo a queste e ad altre domande.

I fondamentali: pareti e sanitari

Non c’è alcun dubbio che i primi punti da affrontare siano:

  • la decorazione delle pareti
  • la tipologia e il posizionamento dei sanitari

Partiamo quindi proprio da qui per capire come progettare efficacemente un ambiente bagno di design, nonostante una metratura ridotta.

Le pareti: piastrelle, resina o total-look?

Quale trattamento riservare alle pareti?

In un ambiente bagno che presenti dimensioni particolarmente ridotte è ancora più essenziale effettuare la corretta scelta dei rivestimenti.

Non ci sono certamente regole assolute, ma se si opta per le piastrelle, meglio minimizzare le fughe, utilizzando formati medio grandi – ad esempio i formati 60x120mm o 80x160mm – oppure lastre di grandi dimensioni.

In alternativa – sempre per ridurre le interruzioni e le fughe – è possibile rivestire le pareti con le resine di ultima generazione oppure addirittura con carte da parati per il bagno che vanno però usate al massimo su una o due pareti, così da non appesantire l’ambiente.

Oppure si può dar vita a un gioiello fra i bagni di lusso piccoli, scegliendo soluzioni total-look che permettono di personalizzare tanto le pareti quanto i mobili, come quelle offerte dalla collaborazione fra Edoné e Fondovalle: un progetto nato dalla stessa filosofia, basata su ricerca, qualità, salvaguardia dell’ambiente e la tradizione del made in Italy.

Qui, ad esempio, il gres porcellanato INFINITO 2.0 è stato accostato alla raffinata collezione di arredo bagno di design Rea di Edoné, per generare una perfetta armonia fra mobile e parete.

I sanitari: tipologie e posizionamento

In un bagno piccolo è ancora più essenziale posizionare i sanitari in modo corretto.

Partiamo subito col dire che sarebbe sempre meglio evitare di posizionarli in modo che siano la prima cosa a essere vista entrando nel bagno: anche se a volte questo è inevitabile – a causa di caratteristiche strutturali – è sempre meglio riservare tale posizione a lavabi, mobili, specchi.

Un water standard ha una profondità media di 60-65 cm, oltre alle dimensioni della cassetta di scarico: per questo meglio prevedere, quando possibile, una cassetta integrata nel muro, in modo da ridurre l’ingombro totale che – di solito – si aggira sugli 80 cm dalla parete. Meglio inoltre prevedere almeno 55 cm di spazio dall’ostacolo più vicino, oltre a 20 cm dal bordo laterale al muro. Sarà così più agevole muoversi.

Se lo spazio è davvero minuscolo poi, spesso è inevitabile sacrificare il bidet.

Sospesi o da terra?

Indubbiamente, i sanitari sospesi conferiscono all’ambiente un aspetto più ordinato, oltre ad essere notevolmente più semplici da pulire e a semplificare la rimozione di batteri e sporco dal pavimento.

È poi possibile scegliere soluzioni moderne e di design come le linee Bombo o Cono di Edoné, sempre realizzati in ceramica – materiale igienico e funzionale per antonomasia  –  che offrono però anche la possibilità di scegliere carter personalizzati in oltre 440 finiture: sono intercambiabili grazie all’innovativo sistema di aggancio brevettato e rappresentano alla perfezione la flessibilità e l’elevato livello di personalizzazione di tutti i prodotti e le soluzioni Edoné.

I mobili, il cuore pulsante di ogni progetto di arredobagno

Mobili modulari, adattabili e personalizzabili

Prima di tutto, quando si arreda un bagno piccolo, è importante valutare lo spazio disponibile per i mobili: solitamente non è possibile averne più di uno o due ed è quindi fondamentale sceglierli con attenzione.

È importante valutarne la capacità contenitiva, ricercando l’ordine a ogni costo e individuando la corretta collocazione di ogni oggetto necessario.

Che si opti per un mobile da bagno sospeso o per uno a terra, meglio comunque propendere per soluzioni che ottimizzino al meglio lo spazio interno, anche usando appositi organizer, cassetti interni e specchiere contenitive.

Talvolta, in un bagno piccolo, non è possibile inserire una vera e propria composizione di mobili: in questi casi, tuttavia, è sempre possibile scegliere lavabi di profondità e ridotte – come quelli della collezione Chrono 38/44 di Edoné – o addirittura freestanding.

Ulteriore capacità contenitiva potrà poi essere affidata a pensili, colonne girevoli o a mobili a colonna posizionati su pareti rimaste libere, sfruttando così anche gli spazi più ridotti.

Edoné è in grado di rispondere perfettamente a questo tipo di necessità, grazie ad un’ampia gamma di soluzioni modulari, personalizzate dai nostri esperti artigiani.

Grazie a queste caratteristiche è possibile assecondare le esigenze di committenti e progettisti, per dar vita ad ambienti eleganti e completamente funzionali.

Per un bagno piccolo di servizio, inoltre, si può anche propendere per l’uso di un lavamani a profondità limitata.

Colori chiari o contrasti evidenti?

Scegliere un look total white potrebbe dar vita a uno stile eccessivamente freddo e impersonale, soprattutto quando parliamo di spazi di dimensioni particolarmente ridotte.

In questo caso si può naturalmente sempre intervenire con note di colore affidate agli accessori come i porta-asciugamani, le mensole o anche alla stessa rubinetteria.

È sempre una buona idea scegliere mobili in colori chiari che danno vita a uno spazio pulito, ordinato e quindi visivamente più spazioso.

Tuttavia, se si preferisce scegliere mobili di colore scuro, è bene prestare attenzione a creare contrasti cromatici con pareti e accessori in tinte chiare e uniformi.

Edoné ha la soluzione giusta anche in questi casi, considerando che – come produttori arredo bagno di design - offriamo una vasta gamma di finiture laccate opache/lucide oltre a poter realizzare qualsiasi colore sulle scale RAL o NCS.

Queste caratteristiche esprimono bene la filosofia di personalizzazione del design Edoné.

La forza dei mobili curvi

Una delle “armi segrete” per progettare al meglio bagni piccoli moderni è utilizzare i mobili curvi.

Sono perfetti per alleggerire l’insieme, offrono soluzioni progettuali particolarmente versatili, dispongono di una grande capacità contenitiva e consentono di personalizzare al meglio anche agli spazi più ridotti.

Inoltre, danno la possibilità di progettare cambi di profondità strategici, contribuendo al rispetto delle dimensioni e degli standard minimi di design e vivibilità dell’ambiente.

Ottimi esempi di simili soluzioni sono offerti dai mobili della collezione Giunone di Edoné: esempi di bagni moderni e di design, realizzabili solamente grazie alle lavorazioni artigianali della nostra azienda.

Giochi di luci: scegliere specchi e illuminazione nella progettazione di un bagno piccolo

Dopo esserci occupati di mobili e rivestimenti, è il momento di ampliare otticamente lo spazio!

In questo caso  ovviamente – giocano un ruolo di primo piano gli specchi e l’illuminazione.

Infatti, luci e specchi ben posizionati possono contribuire a dare spaziosità anche a un piccolo bagno cieco.

Specchi e specchiere

Inutile girarci intorno: meglio usare specchi e specchiere grandi.

Un mobile sormontato da un ampio specchio è letteralmente in grado di raddoppiare otticamente l’ampiezza di un bagno. Specialmente nei bagni lunghi e stretti. Meglio se immediatamente visibile appena si entra nell’ambiente.

Inoltre, specchi e specchiere diffondono la luce e sono ancora più utili in caso di luce naturale proveniente da una piccola finestra e che, normalmente, non sarebbe in grado di illuminare l’ambiente.

Le forme regolari aiutano a dare un’idea di ordine allo spazio, ma – soprattutto in caso di pareti molto chiare e senza motivi particolarmente elaborati – si può scegliere anche uno specchio da bagno di forma irregolare e design.

Luci e illuminazione

Un bagno piccolo potrebbe anche essere privo di fonti di luce naturale e – in questo caso – diviene ancora più importante selezionare le corrette fonti di luci artificiali.

Per partire, si dovrà ovviamente prestare particolare attenzione a illuminare al meglio la zona con specchio e lavandino: è qui che ci si trucca e ci si fa la barba e – di conseguenza – anche dove l’illuminazione assume ancora maggiore importanza.

Anche in questo caso Edoné offre diverse soluzioni per progettare l’illuminazione di un bagno di design completamente funzionale:

Inoltre, Edoné ha ideato anche Edoné Genius System© una soluzione per liberarsi dai vincoli strutturali e costruttivi quando si deve inserire una fonte luminosa che scenda dall’alto. Una necessità che si avverte spesso particolarmente nei bagni di dimensioni particolarmente ridotte.

Edoné Genius System©, infatti, permette di ricollocare i punti luce in modo inusuale, grazie a un intelligente sistema di carrucole che libera da qualsiasi vincolo e ci permette di far scendere la luce esattamente dal punto del soffitto desiderato, collegandosi alla corrente direttamente dietro lo specchio del bagno.

Alcune delle lampade che utilizzano l’Edoné Genius System© sono – ad esempio – Balla e Hopper.
Per approfondire: l’evoluzione della luce nel bagno Edoné.

Meglio la doccia o una vasca?

Nel caso di un bagno piccolo, il box doccia appare quasi sempre la soluzione più ovvia. È necessario comunque valutare di volta in volta forme e dimensioni del bagno, poiché esistono modelli di vasche di dimensioni contenute e ugualmente molto comode.

Se si sceglie di seguire questa strada, naturalmente Edoné offre anche un ampio assortimento di vasche che si possono visionare qui, per creare un piccolo e paradisiaco angolo di relax.

Se si opta per la doccia, invece, è sempre meglio scegliere piatti e box doccia che si armonizzino con l’ambiente, creando all'occorrenza anche strategici contrasti cromatici con i mobili di arredobagno.

Quando possibile, meglio certamente preferire delle docce walk-in con box a pareti trasparenti, così da non ostacolare lo scorrere dello sguardo.

In questo caso è anche possibile arricchire l’ambiente grazie a piatti doccia colorati e personalizzabili come quelli dell'esclusivo partner di Edoné: Hidrobox.

Hidrobox è un’azienda all’avanguardia che condivide gli stessi valori di Edoné ed è quindi il partner perfetto per dar vita ad ambienti bagno indimenticabili.

Se sei un progettista puoi accedere anche al nostro supporto personalizzato

Se sei un architetto o un interior designer e hai bisogno di un partner che comprenda le tue esigenze di progettazione e ti offra soluzioni personalizzate, contattaci utilizzando l’apposita sezione “Edoné for architects”.

Come esperti in produzioni di mobili da bagno, sappiamo molto bene che la progettazione di una stanza da bagno esclusiva richiede:

• progettisti esperti e appassionati

• un partner che realizzi raffinate soluzioni per l'arredo bagno, anche trasformando in realtà le idee e le soluzioni pensate dai progettisti

• prodotti artigianali, altamente personalizzabili e Made in Italy.

Visita la nostra sezione "Edoné for Architects":

• contattaci per conoscere meglio i nostri prodotti e le nostre soluzioni

• richiedi i contatti dei nostri agenti e rivenditori per la tua zona

• ottieni l'accesso al nostro configuratore online

Ritorna all'indice del Blog

© 2022 Agorà S.p.A.
| P.I.01400330930
| Privacy Policy | Cookie policy